giovedì, agosto 30, 2007

Nutria per Alice Rossi!


Disegno di Paolo Maria Frattesi per Alice Rossi, una Nutria Obesa con le sembianze di M.M.

memorabilia GorillAZ desktop (parte III)


AUGURI A MIMESIS!!!

Faccio Tantissimi Auguri al negozio di videogiochi e fumetti “MIMESIS” di Macerata che compie ben TRE anni!

Aperto il 28 agosto del 2004 sotto la festa del patrono della città, San Giuliano, spero che vada sempre meglio.

Un grosso ciao e “In Bocca al Lupo” a Carlo Giuttari e Nicola Coccia, gestori e amici del sottoscritto!!!

Voi ci siete mai stati!?!

Ciao e a prestissimo
dal vostro
Daniele “MM”

LE RIPROPOSTE di MM! (parte II)

Manga-Man intervista… Shinichi Hiromoto

Oramai sconvolgervi è diventato un vero must per il sottoscritto, e così a sorpresa beccatevi questa incredibile intervista a Shinichi Hiromoto, autore di Fortified School & Hells Angels, che mi ha rilasciato sabato 5 marzo 2005 al Comicon di Napoli, fortuna poi, che il valoroso Sayajin-Man mi ha dato una mano altrimenti non sarei riuscito a fare tutto da solo!


Ora due parole su Hiromoto.


Nato a Kumamoto, cittadina del Kyushu, il 4 gennaio 1966, si trasferisce presto a Tokyo per aver vinto nel 1989progetto Lupin III Millenium. Nel 2003 la Nintendo lo sceglie come character design per il gioco Pokemon Colosseum per il GameCube. Attualmente è impegnato nell’adattamento manga di Star Trek the Next Generation, per la casa editrice californiana Tokyopop e nelle due nuove serie Go-Go un concorso indetto dalla rivista Morning nella categoria giovani esordienti. Lavora per Kodansha tra il 1992 e il ’93 firmando i suoi primi due successi Single Action Army e Benkei, per poi esplodere di fama con Fortified School sceneggiato da Takeshi Narumi tra il 1995 e il 1997. Realizza nel 1998 per Media Works l’adattamento manga del terzo episodio della vecchia trilogia di Guerre Stellari: il Ritorno dello Jedi. Nel 2000 illustra il Gioco di Ruolo ufficiale dei Manga della Kappa Edizioni ed entra nel Heaven e Kouya no Joshu Rider XXX in terra nipponica.


Ma passiamo alle domande vere e proprie all’autore probabilmente più vicino alle raffinatezze grafiche di Go Nagai che si possa conoscere.

Manga-Man: Nell’aprile del 1998 viene pubblicato per la prima volta in Italia dalla Star Comics. È Yosai Gakuen l’opera scelta per il suo debutto italiano, grazie alle scelte dei Kappa-boys. Si sarebbe mai aspettato questo fortissimo riscontro dai lettori italiani?
Inoltre mi conferma che le piace il nostro Calimero, il pulcino nero dei fratelli Pagot?

Shinichi Hiromoto: Beh, assolutamente no. Non avremmo mai creduto che in Italia si sarebbero apprezzati così tanto i miei fumetti. È stata una vera e propria sorpresa!
Certo che mi piace Kalimero, e assieme a lui Topo Gigio di Maria Perego. Quando ero piccolo li vedevo sempre in TV. Però in Giappone Calimero si scrive con la “K” iniziale.

MM: Quali sono stati i suoi modelli di autori di fumetti, e cosa lo ha ispirato oppure spinto a buttarsi in questa difficile professione? Ha condotto studi artistici o è un’autodidatta?
Dai suoi lavori e dalle sue illustrazioni emerge un grande amore per i robottoni di Go Nagai come Mazinga-Z e Gaiking, me lo conferma? Quanto lo hanno influenzato i fumetti del maestro Nagai nel corso della sua formazione artistica?
SH: Il mio mangaka del cuore è Tetsuya Chiba (autore di Rocky Joe, NdMM). Quando leggevo le sue storie riusciva sempre a commuovermi per le vicende e quel tratto così marcato. Decisi che avrei voluto diventare come lui. Quindi, iniziai a disegnare, ma capii che non potevo copiarlo per sempre e cercai il mio stile. Intanto i miei genitori mi avevano iscritto ad un corso di pittura ad olio a Kumamoto, la mia città natale, dato che in famiglia sono tutti un po’ artisti (ride). Mia nonna, mia madre, ma soprattutto mia zia, che fa l’illustratrice di professione. Sono stato molto segnato da questa importante esperienza della mia vita che ha fatto in modo che trovassi finalmente il mio stile personale.
Penso che Go Nagai sia nel mio D.N.A. e scorra nelle mie vene. Tutti siamo cresciuti con lui come con il maestro Reiji Matsumoto e le sue splendide storie piene di poesia e cruda realtà.

MM: Il suo stile grafico ha subito delle variazioni nel corso degli anni, ma non si è mai allontanato dall’appellativo di “graffiante” e “sporco”. Nell’uso del pennello oppure nell’utilizzo di pochissimi retini nei suoi primi fumetti ha fatto si che si mettesse in mostra con la stramaggioranza dei suoi colleghi. L’ambiente scolastico e quello metropolitano che descrive minuziosamente è sempre così carico di riferimenti ai fumetti europei che mi farebbe piacere sapere se lei ha letto oppure conosce il comic inglese Lobo di Alain Grant, Keith Giffen, disegnato da Simon Bisley e l’italiano RanXerox di Stefano Tamburini e Tanino Liberatore.
SH: “Sporco” in che senso? (MM spiega…) Ah! “Scrach”! Ecco penso che sia dovuto al fatto che avendo una formazione artistica e non propriamente fumettistica ed avendo soprattutto frequentato corsi di shodo (l’arte della calligrafia NdMM) mi è rimasto sempre più naturale usare l’inchiostro con il pennello in modo più libero con l’utilizzo di pochi retini che credevo non potessero dare più di tanto le sfumature giuste. Io cerco di essere leggibile allo stesso modo dello stile pulito del maestro Akira Toriyama in Dragonball. Siamo diversi ma entrambi comunichiamo ai nostri lettori sentimenti o passioni nei nostri manga. Ho letto le prime storie di RanXerox di Tamburini e Liberatore quando furono pubblicate in Giappone per la prima volta e assieme al Lobo di Simon Bisley sono stati ulteriori spinte a provare a buttarmi nel mondo dei fumetti. Se loro c’erano riusciti, anche io potevo!

MM: Lei ha creato i Vibrator, dei cyborg antropomorfi che si muovono su due ruote e traggono l’energia dal piacere sessuale. Come è nata quest’idea?
SH: … (sorride) … per l’idea dei vibrator sono partito dal concetto che il sesso è alla base della vita e del nostro futuro. Senza sesso noi non esisteremmo, quindi perché non fondere il concetto di piacere a quello di utilità! I vibrator sono macchine di piacere che si muovono con energia pulita… quella del sesso!

MM: Dal 2001 ha iniziato a collaborare con Yasushi Nirasawa, utilizzando la sua serie dei “Resurrection of Monsters” nel suo manga Hells Angels. Quando vi siete conosciuti e come si è istaurato questo fortunato legame che oggi ritroviamo anche nel suo nuovo lavoro Kouya no Joshu Rider XXX della East Press?
SH: Con Nirasawa è nato tutto per caso. Il progetto di Wasteland Woman Prisoner Rider XXX Kouya no Joshu Rider è, devo ammettere, una cosa a cui tengo molto, perché unire al manga l’action figure prodotto e realizzato direttamente dagli autori un azzardo che da molto tempo mi volevo permettere! Quindi troverete a breve in libreria (giapponese eh! NdMM) il tankobon unito alle due versioni della protagonista. Forte no!?!

MM: Per ben due volte le sono state commissionate storie per opere ultra note nel Sol Levante e in Italia come Devilman da Go Nagai nel 1999 e Lupin III da Monkey Punch nel 2004. Che effetto fà poter mettere le mani su personaggi così famosi e soprattutto non suoi? Ha pensato di deludere i lettori o gli autori, oppure è andato avanti senza troppi pensieri?
Se fra 15 anni qualcuno le chiederà la stessa cosa, lei approverebbe a far disegnare i suoi personaggi da altri autori?
SH: E’ stato fantastico poter disegnare Lupin III del maestro Kato (alias Monkey Punch NdMM), sceneggiato poi da Andrea Baricordi un vero spasso! Il mio personaggio preferito è Jigen, perchè era molto facile da disegnare con quel cappello in testa. Quando realizzo una storia sò di dare il massimo, quindi non ho paura di niente, in genere… (ride). Non sò se concederei di disegnare o utilizzare a qualcun’altro i miei personaggi… (ride ancora) forse SI… ma dovrei trovarmi in quella situazione… Non saprei.

MM: In STONe, uno dei suoi più recenti manga, si respira un’aria in bilico fra Waterworld e Mad Max, contro le atmosfere macabre di Hells Angels che ricordano i film di Tim Burton. Il cinema internazionale quanto la influenza nel suo più profondo immaginario?
SH: Tantissimo. Amo alla follia i film americani e soprattutto quelli di Tim Burton oppure la saghe di fantascienza americane di “Star Wars” o “Star Trek” e quindi anche non volendo si rispecchiano sui miei gusti o anche sui miei personaggi.

MM: So per certo che lei non è un amante della tecnologia e ama i gatti e gli Smashing Pumpkins, nel poco tempo libero che credo le rimane dal lavoro che hobby coltiva?
SH: Cerco di seguire i miei due figli… ma sono sempre troppo impegnato… davvero troppo!!!

MM: Concludo facendo tante congratulazioni a Shinichi Hiromoto per i suoi lavori e ringraziando la Shueisha, la Kappa Edizioni per questa nuova e fantastica intervista.
SH: Grazie a voi… senti ma se tu sei Manga-Man, io sono Manga-san!?!
MM: Certo! (voi che avreste risposto? NdMM)



Bibliografia completa:


1992 – Single Action Army, Kodansha – Inedito in Italia


1993 – Benkei, Kodansha – Inedito in Italia


1996 – Fortified School, Kodansha – Edito da Star Comics, 7 volumi, b/n


1997 – Violent Runner Vibrator, Wani Magazine sha & Kappa Edizioni, volume unico


1998 – Star Wars: Return of The Jedi, MediaWorks – Edito da Magic Press


1998 – Mess, Kosaido Shuppan – Inedito


1999 – Killing Moon, Kosaido Shuppan – Inedito


1999 – Neo Devilman, Episode: Damned, Kodansha – Inedito


2000 – Sex Machine, Enterbrain – Edito da Kappa Edizioni, 2 volumi, b/n


2000 – Gioco di Ruolo Ufficiale dei Manga, illustrazioni per Kappa Edizioni


2001 – Hells Angels, Shueisha – Edito da Star Comics, 3 volumi, b/n


2002 – Stone, Kodansha – Edito da Kappa Edizioni, 2 volumi, b/n


2003 – Pokemon Colosseum per Nintendo GameCube, Character Design,


2005 – Lupin TheIIIrd Millenium, La Maledizione degli Ishikawa– Edito da Kappa Edizioni, volume unico


2005 – Star Trek the Next Generation, Tokyopop - Inedito


2005 – Go-Go Heaven, Ultra Jump, su rivista & Edito da Star Comics, 3 volumi, b/n


2005 – Kouya no Joshu Rider XXX, East Press (con Yasushi Nirasawa)


Ragazzi spero che questa intervista vi sia piaciuta tanto quanto a me è piaciuto realizzarla! Ora non mi resta che attendere pazientemente le vostre opinioni sulla mia mail. Dedico questo speciale al gentilissimo Vincenzo Sarno ed alla sua disponibilità, sappiate che senza di lui molte cose che avete letto negli ultimi tempi non ci sarebbero state. Grazie ancora Enzo!


Un grosso ciao

dal vostro affezionatissimo
Daniele “Manga-Man” Lucinato

domenica, agosto 26, 2007

memorabilia GorillAZ desktop (parte II)

una mostra delle mie foto su Flickr


andate su http://www.flickr.com/photos/12154989@N05/ e poi fatemi sapere.

"Persepolis" al cinema

"Persepolis", il film di Vincent Paronnaud & Marjane Satrapi di 95', tratto dall'omonima graphic novel della Satrapi è uscito il 27 giugno in Francia ed è in corcorso al Festival di Cannes (dove ha vinto il prestigioso premio della giuria) è stato mandato in anteprima in Italia al Griffoni Film Festival il 16 giugno e sarà distribuito subito dopo dalla BIM.

La pellicola na
rra la storia autobiografica di una ragazzina iraniana (l'autrice bimba), durante la Rivoluzione Islamica a Teheran. Le speranze e le paure del popolo iraniano, attraverso gli occhi di una bambina di nove anni. I pensieri, la musica rock, l'insofferenza per il velo fino alla scelta di emigrare in Francia.

La voce di Marjane è di Chiara Mastroianni, mentre le altre voci sono di Catherine Deneuve, Danielle Darrieux, Simon Abkarian, Gena Rowlands & Tilly Mandelbrot.

Dopo aver letto il suo più recente fumetto "Pollo alle Prugne, un romanzo iraniano" (premiato ad Angouleme) che racconta degli ultimi otto giorni di vita di suo zio Nasser Ali, musicista di Tar, sempre edito da Sperling & Kupfer ho iniziato ad interessarmi a tutto questo.

I più curiosi potranno circolare sul sito/blog ufficiale del film:
http://www.myspace.com/persepolislefilm

Johnny Cash al Summer Jamboree? Magari!

Dal 18 al 26 agosto si è svolto l'ottavo "Summer Jamboree" a Senigallia festival degli anni '50 che riesce a trainare cantanti, motociclisti e ballerini da ogni dove!

Un evento raro e travolgente nella riviera adriatica che questa volta ha avuto due ospiti d'eccezione il jazzista Jerry Lee Lewis e la regina del burlesque Dita Von Teese.

Il sito ufficiale per organizzarsi per i prossimi anni è http://www.summerjamboree.com/

venerdì, agosto 24, 2007

memorabilia GorillAZ desktop (parte I)


LE RIPROPOSTE di MM!

Da questo post in avanti ogni tanto riproponerò alcuni miei articoli rari e apparsi solo in fanzine o pubblicazioni dure da reperire e...

perchè non iniziare con il mio Unico e SOLO articolo CESTINATO! Si ebbene si, fu cestinato il 26 ottobre 2004 da ALCO (Alberto Cola) per la fanzine IMAGICA COORDINATE IMMAGINARIE perchè ritenuto inappropiato. Sicuramente Alberto aveva ragione, ma perchè privarvi di una chicca del genere?

N.B.= A quel tempo ero più giovane esauritissimo dal lavoro in Giappone e potreste avvertire dell'esaurimento nelle parole sottostanti, ATTENZIONE quindi. (Io vi ho avvertito NdMM):

"La Merda d'Oro di Nagai"

Non pensavo di ritornare da queste parti da dove sono ora. Difatti, a questo punto, devo credere che il nostro caro ALCO aspetti che il Manga-Man si trovi a 15.000 km di distanza per riproporre un nuovo assaggio? Presenza? Rantolo? Boh? Della cara & Buon Vecchia IMAGICA? Egli mi voleva succube delle mortali grinfie del VERO MITO: Go Nagai, ma io fortunatamente non l'ho cercato ne trovato per fortuna. Non voglio avere sotto mano l'uomo che ha creato Mazinga-Z, Devilman, Getta Robo & Jeeg Robot d'Acciaio e non obbligarlo a creare dal nulla un nuovo successo commerciale con ME come protagonista. L'idea sarebbe molto semplice, io voglio un Robottone, anzi lo voglio pilotare per salvare il Mondo (a cominciare dal Giappone, naturalmente, anche perchè è il primo paese a caso che scelgono SEMPRE gli Invasori) quindi perchè non farmi costruire direttamente dallo Stato del Sol Levante il mitico Colosso Bluscuro? Dato che penso sia poco realizzabile per la grossa crisi economica che sta' di nuovo investendo il "povero" Giappone (dopo la tranvata del 1997) ritengo opportuna la creazione di una serie a fumetti o a cartoni tutta ed esclusivamente che abbia MOI (francesismo necessario per non ripetermi troppo NdMM) come completo protagonista assoluto. Voi direte: "Il ragazzo no n sta' bene forse?" Beh, non ci siete lontani. Provate voi a lavorare qui a Tokyo, poi vi sfido se all'una di notte scriviate cose normali e plausibili. Ma andiamo al nocciolo della situazione, "Ah, c’è Davvero?!" Esclamerete, voi. "Ebbene SI. C'E'!" Dopo vari discorsi con amanti e studiosi del fenomeno Nagai, siamo arrivati ad ipotizzare che il maestro Caghi letteralmente le sue idee e personaggi per poi proporli così come sono al grande pubblico che, mangiata la merda, dovrà decretare il suo successo o No. In genere per Nagai c’è sempre l'Olimpo e la cascata di Man (sono 10000 Yen a foglio!) che piovono a rotta di collo sopra di lui e moglie. Ne e' un esempio il suo recente e riciclatissimo, ma sempre gustoso ed amabile reinterpretazione di un grande classico come Mazinga-Z: Mazinkaiser.
In esso vediamo come il caro Go, a discapito di continuity varie e personaggi complementari o no rimette in scena il grande Koji Kabuto (Ryo Kabuto, per noi Mangiaspaghetti) la bella Sayaka Yui, il grosso e rosicone Boss, il "doppio" Barone Ashura (il generale del Dottor Inferno con due faccie e due identità maschile e femminile) e naturalmente il gigante INVINCIBILE MAZINGA-ZETA, che in questa serie fa davvero una brutta figura essendo polverizzato di cazzottoni già dal primo episodio, dopo essere stato rubato e riprogrammato dai laboratori del Dottor Hell (il canuto e pazzo Dottor Inferno, sempre per noi italiani belli belli), non mancano l'odioso Tetsuya Chiba, pilota del Grande Mazinga e la bella ed abbronzatissima Jun Honoo.
La tesi che si sostiene da tempo su Mr. Nagai è la seguente, ciò che egli caga (una foto in un suo librone lo TESTIMONIA direttamente NdMM) viene prima preso un po' (dico solo un po'!) pulito e poi tirato al pubblico come fiero pasto (tanto per citare il Conte Ugolino di Dantesca memoria), ne e' un altro terribile esempio il concepimento di "Devilman Lady", creato a dire dal maestro stesso durante un suo amplesso nella vasca da bagno con la mogliettina tutta saponata, qualche anno or sono. Pensate come stiamo messi ora! Inoltre, consideriamo anche che il carissimo Go lavora dagli inizi degli anni '70 ed ancora oggi non si e' imparato un minimo di anatomia umana! Noi in ogni caso lo amiamo per quello che e', un grande uomo che crea e a volte improvvisa i suoi sogni concretizzandoli in macchie di inchiostro.

GRAZIE GO!

Dedico questo articolo al mio pigro e sempre mai contento giovane Padawan Flavio Naspetti, con la speranza che mi finisca qualcosa altrimenti lo ammazzo davvero.

Un Sayonara a tutti dal
vostro affezionatissimo
Daniele "Manga-Man" Lucinato

Anche Indiana Jones è GIALLO!!!

E' ufficiale!!!

Il 27 luglio il sito ufficiale della LUCAS ART http://www.lucasarts.com/ ha annunciato per la prossima estate e per l'uscita del prossimo film di Indiana Jones anche la mitica trilogia del più grande avventuriero di tutti i tempi con le fattezze e il divertimento di LEGO!!!

Gustatevi il trailer del gioco multipiattaforma su http://www.lucasarts.com/games/legoindianajones/

ciaoMM

Ricordando "Grim Fandango" (1998)


giovedì, agosto 23, 2007

Un sito di Nadia davvero MITICO!

Se amate la serie di "Fushigi no Umi no NADIA" conosciuta in Italia anche con il titolo di "Nadia e il mistero della Pietra Azzurra", alla follia come il sottoscritto vi farà piacere sapere che tempo fà un pazzo ha messo on-line un sito in italiano con tutto ciò che si poteva sapere su questa splendida serie della GAINAX dove Hideaki Anno ha iniziato ad esprimere tutto il suo estro prima del capolavoro della sua vita, croce e delizia di tutti gli appassionati di Anime, la serie culto degli anni '90 Neon Genesis Evangelion.

Uscita di recente in modo integrale dalla Yamato Video in 10 splendidi DVD, riadattati e ridoppiati (devo ammettere che io amavo il primo adattamento con Rebecca & il RETAN!!! NdMM) la serie rimane un MUST assoluto per tutti gli amanti di anime di sempre.

Mi raccomando esploratelo in modo certosino e troverete delle vere chicche all'interno.

Ah, quasi scordavo, il link è http://www.thesecretofbluewater.com/nadia.htm
CIAO
da MM

mercoledì, agosto 22, 2007

Ricordando "Sangue Alieno" di F.Chiatante (1999)


GENOVA: Ferragosto DESERTO

Giro di Boa per la città di Genova...

... solcando i Sette Mari sul mio poderoso galeone (il Neptune, scenografia galleggiante del film "Pirati" di Roman Polanski del 1986, parcheggiato sul Porto Antico e fabbricato in un cantiere tunisino) posso solo dire che il mio giro è risultato piacevole solo per la compagnia ma per la città di Genova dò pollice verso.

DESERTA è l'unica parola che posso dire e CHIUSO PER FERIE è l'unica cosa che ho letto e fotografato.

Premetto che il mitico Acquario (http://www.acquario.ge.it/) non l'ho proprio affrontato per il mio amore genetico dell'universo marino che mi avrebbe portato a starci dentro per 10 ore con risultato di uno sfrantumamento totale di coglioni dei miei poveri compagni di viaggio quali Loana, Elena e Riccardo.

Tornerò a Genova in aereo (in treno o in macchina GIURO che non ci vado più!!!) solo per questo. Eleonora, Paola non vi invidio affatto 'stà città non mi sembra così ospitale e io che volevo tanto assaggiare i manicaretti della trattoria Da Maria ("la zozza" detta dai genovesi)!!!

Capitan Red & Ranocchio tremate arrivano Manga-Man & Company.

domenica, agosto 19, 2007

Chi è questa donna?


Riconoscete questa splendida attrice che nel 1967/68 ha interpretato il film di Gian Rocco "Giarrettiera Colt"? ...

E se SI cosa c'entra con Quentin Tarantino?

Ai vincitori premi speciali

da Manga-Man

P.S.= Che DONNA !!!!!!!

ROBOCOP Special Edition!

Il doppio DVD di "Robocop" di Paul Verhoeven (datato 1987) con l'impareggiabile Peter Weller finalmente è disponibile anche in Italia in una edizione niente male ricca di Extra, documentari immagini, concept, scenografie e chi più ne ha più ne metta... Affrettatevi ad accaparrarvelo!

N.B.= Fate un salto qui se volete impazzire: http://robocoparchive.com/archive/picturegallery.htm

Rock Marchigiano D.O.C.

Chi sono gli Agrikola Pius? Un gruppo di Montegranaro che nel 2000 ha fatto uscire un disco molto interessante nel panorama musicale locale e non.

Con un gusto che rimanda ai più famosi Vincisgrassi di Arte Nomade i quattro ragazzi si fanno apprezzare per un uso massiccio ma non fine a se stesso dell'elettronica ed i testi massiciamente associati (per linguaggio e contenuti) alla propria realtà locale DIFFICILI per poter essere apprezzati appieno anche altrove (Un vero e proprio Peccato!!! NdMM).

Fatta questa premessa, il disco è decisamente piacevole da ascoltare (quando entrano in testa dei ritornelli...), grazie ad un ottimo lavoro svolto sugli arrangiamenti, ed i testi demenziali e divertentissimi ad un attento ascolto.

I brani migliori sono, a mio parere, "PerTeCara", di cui è presente anche una versione remixata, "Citanò come Malibù" che dà nome al disco (PERLA ASSOLUTA ESTIVA!!!) e non scordiamo "Innamorarsi a Macerata", poi l'esilarante pastiche brasiliano "TecaToh!" (forse il punto debole di tutto secondo me!), mentre gli slanci neo-melodici di "Alla Tua Festa" e "Calzaturiera Passione" non raggiungono la bellezza delle serenata maceratese ma ci vanno molto vicino.

Insomma, un cd simpatico e ben fatto. Purtroppo risulta un disco "molto provinciale" e di nicchia, in quanto fortemente legato alla propria zona di appartenenza (Provincia di Macerata al massimo)...

Il disco è stato segnalato anche da: http://www.rockit.it/pub/r.php?x=00000794 ...

mentre il loro sito personale in rete è : http://www.agrikolapius.com/

lunedì, agosto 13, 2007

Grazie MICHEAL GONDRY!


Il nuovo film di Micheal Gondry (regista di Se mi lasci ti cancello e L'Arte del Sogno) e nente popò di meno che Be Kind Rewind, dove una videoteca e con essa tutte le sue preziose videocassette viene completamente smagnetizzata da un traliccio elettrico, il povero commesso (Mos Def) cosa potrà fare? Beh, forse un pazzo (Jack Black) potrà rigirare con lui tutte le pellicole come Ghostbusters, Ritorno al Futuro, Robocop, Il Re Leone, A spasso con Dasy, ecc con una vecchia telecamera analogica e tanta buona volontà!

Ti Amo Michel!!!

la febbre dei Grindhouse sale

In America dopo l'uscita del mitico film "GrindHouse" di Tarantino & Rodriguez (il 6 aprile scorso) sono usciti una marea di fan movie ispirati al magico periodo dei drive-in sporchi e puzzolenti dove si poteva godere di pellicole come Trouble Man, Hit-man, Invasion of the Blood Farmers e il celeberrimo Blacula...

ma il film che ha coniugato gusto splatter-gore e deserto cadaveri e grandi Tette al vento alla Russ Mayer è sicuramente il film di 81' "Pervert! The Movie" di Jonathan Yudis (2005) con la splendida biondazza Mary Carey che espone le sue due tettone per quasi tutto il film tra sangue e violenza senza eguali.

Intanto andate nel sito ufficiale per farvi due risate (e soprattutto dare un'occhiatina al trailer di questo cult movie): http://www.pervertthemovie.com/

N.B.= Quei gran bastardi dei distributori italiani hanno posticipato l'uscita di Grindhouse Planet Terror di Rodriguez dal 28 settembre al 5 ottobre!

"Che cacarella a motore li colga senza possibilità di calma!!!"

il vostro tremendo
MM

Podcast che insegnano il Giapponese!?!

Poco fà, ho trovato un sito di Podcast che insegnano il giapponese parlato e le conversazioni tra il semplice e il complesso.

Niente male davvero, il problema forse nasce quando... se capite molto bene l'inglese (e anche un pò di giapponese) vi sarà molto utile altrimenti siamo "di capo a 15" (si dice così, vero? NdMM).

Io intanto metto qui l'indirizzo e voi fate come ve pare:

http://www.mefeedia.com/feeds/11598/

Ciao dal vosto
Daniele Manga-Man
in ferie fino al 20 agosto (non compreso)

Godiamoci la statua di Hachi a Shibuya che è meglio và...

Che bella confezione di SUSHI!!!

mercoledì, agosto 08, 2007

TOM SAVINI, Mito del Make-Up!!!

Premetto che sono naturalmente e schifosamente di parte quando si parla di un mito assoluto come Tom Savini classe 1946, idealmente il più brillante creatore di trucchi CLASSICI di Zombi e film Horror Splatter della storia del cinema.

Mentre parlo fatevi un salto nel suo semplice e veloce sito personale dove impararete a riconoscerlo http://www.savini.com/

Quel faccia da... è nientepopòdimenoche SEX MACHINE, il motociclista dalle mutande d'acciaio di "Dal Tramonto all'Alba" di Robert Rodriguez, per chi ha bisogno di ricordarlo al volo!!!
Per chi non sà aspettare sappia che si troverà nella seconda parte del doppio film di Tarantino & Rodriguez: GRINDHOUSE Planet Terror interpretando uno sceriffo e il supervisore degli effetti speciali... in uscita il 28 Settembre nelle sale nostrane.
Per gli appassionati invece dovete sapere che Tom dopo aver partecipato alla guerra in Vietnam nel 1969 come semplice recluta è diventato un pioniere degli effetti speciali con pellicole come "Deathdream" 1972 oppure "Martyn" 1976 di George A. Romero, preseguendo con titoli come "Venerdì 13" 1981 in cui crea il volto di Jason Voorees bambino, oppure la maschera di Leatherface di "Non aprite quella porta parte II" nel 1986 e in "Creepshow II" 1987 arriva ad interpretare direttamente il tremendo Zio Tibia (The Creep) nella scena iniziale.
Tutti lo ricorderanno per gli immancabili Zombie di "Dawn of The Dead" 1976 di Romero, conosciuto in Italia con il titolo di "Zombie" dove oltre agli effetti speciali interpretava il personaggio del motociclista pazzo, Blades, che riproporrà dopo 20 anni in "Land of the Dead" sempre del mitico George Romero.
Un omaggio è doveroso ad un uomo così simpatico che ha dato così tanto al mondo dell'Horror (e che poi è presenta anche in un episodio de I Simpson dove interpreta se stesso)!
Non trovate anche voi!?!
Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog